Ottimizzatori di potenza e sistemi di accumulo: Solaredge E Tesla

By | gennaio 11, 2016
sistema di accumulo solaredge

sistema di accumulo solaredge

Da circa tre anni si stanno affermando sul mercato i microinverter e gli ottimizzatori di potenza. I primi convertono l’energia prodotta in corrente continua dal pannello fotovoltaico in energia a tensione alternata.

Gli ottimizzatori invece sono dei semplici convertitori DC/DC con MPPT, che insegue il punto di massima potenza per ogni singolo pannello, mantenendo la corrente continua che verrà poi convertita in alternata da un inverter generale.

Solaredge è il primo produttore di ottimizzatori che ha previsto l’abbinamento con il sistema di accumulo Powerwall di Tesla offrendo una soluzione integrata che garantisce più energia con un’installazione semplice e sicura.

Il sistema prevede infatti una semplice interfaccia da collegare in corrente continua per gestire l’accumulatore prima che la corrente venga convertita in alternata, cosa che i con i microinverter risulta impossibile considerato che producono corrente alternata direttamente sul tetto.

Questo sistema comporta numerosi vantaggi:

– vengono risolti i problemi di ombreggiamento che riduce la produzione di tutti i pannelli anche solo uno o pochi di essi sono effettivamente posti in ombra.

– i pannelli possono essere installati a differenti inclinazioni ed orientamenti. Un inverter normale può gestire al massimo due posizioni differenti.

– viene massimizzata l’energia prodotta da ogni pannello.

– il funzionamento di ogni singolo pannello viene monitorato puntualmente.

Un altro grande vantaggio degli ottimizzatori è la possibilità di controllare la tensione in uscita che permette sia l’attivazione dei pannelli anche in situazioni di basso irraggiamento sia l’abbattimento della tensione in caso di emergenza rispondendo alle norme di sicurezza antincendio che prevedono di ridurre la tensione prodotta dai moduli evitando che la corrente entri nell’edificio.

Rispetto ai micro inverter gli ottimizzatori sono economicamente più vantaggiosi, tecnologicamente meno complessi, quindi più affidabili.

Gli ottimizzatori risultano vantaggiosi anche in caso di guasto in quanto, oltre a essere garantiti 25 anni, annullano la produzione di un solo pannello e non dell’impianto nella sua totalità.

Infine l’inverter, senza l’elettronica MPPT che è contenuta negli ottimizzatori, risulta nettamente più piccolo di un normale inverter di pari potenza.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *