FOTOVOLTAICO AGEVOLATO

I nuovi impianti fotovoltaici con i sistemi di accumulo entro il 31 dicembre 2016 possono avvantaggiarsi della detrazione fiscale o come è anche stato definito ”ecobonus”.

L’aliquota della detrazione fiscale è del 50% sull’importo totale dell’impianto IVA inclusa. Tale somma sarà percepita dalle persone fisiche che hanno acquistato l’impianto suddivisa in dieci annualità come previsto dall’Agenzia delle Entrate a detrarsi dalla tassazione IRPEF.

Attenzione, ribadiamo che la detrazione è fruibile solo da persone fisiche e non è riconosciuta alle persone giuridiche come aziende e imprese.

Si precisa che l’impianto deve essere installato a servizio di utenze domestiche e quindi non può essere realizzato per la produzione e vendita dell’energia in rete.

Confermiamo che per gli impianti fotovoltaici, che effettuano produzione di energia da fonte rinnovabile, si applica l’aliquota Irpef del 50% prevista per gli interventi di ristrutturazione e non si applica la detrazione al 65% prevista per altre fonti energetiche come solare termico e geotermico o altri interventi come la sostituzione di caldaie o infissi e l’applicazione di cappotto termico. Questi ultimi vengono infatti considerati riqualificazioni per l’efficientamento energetico degli edifici ovvero per con la riduzione dei consumi e non la produzione di energia.

Bisogna inoltre ricordare che l’aliquota IVA per il fotovoltaico è del 10% anzichè del quella standard del 22%.

Infine segnaliamo che l’impianto fotovoltaico può essere acquistato usufruendo di finanziamenti di durata variabile a tassi agevolati.

Tra le principali convenzioni segnaliamo Deuth Bank, Banca Findomestic o fiditalia del gruppo Credit Agricole.